Chi sono

Lorenzo Izzo nasce a Calvi Risorta (CE) il 5 settembre 1964.

Dopo le elementari con la maestra “Emilia”, frequenta le scuole medie al Convitto Nazionale Tulliano di Arpino seguendo il pensiero formativo “assecondare la curiosità naturale del fanciullo e lo spirito di osservazione e dirigerlo a fare piuttosto che dire come una cosa si fa”.

Da appassionato di sport e di tutto ciò che é movimento, si avvicina alla pallavolo e con la squandra calena raggiunge un buon livello.

Conseguito il diploma in Ragioneria nel 1983, nel dicembre del 1989 si laurea in “Economia e Commercio” con la tesi “L’industria dei laterizi in Italia”.

Nel giugno del 1990 viene assunto in “Database Informatica” a Caserta.

Nell’ottobre del ‘93 sposa Giovanna, laureata in materie letterarie e collaboratore tecnico della Polizia di Stato in servizio presso la Questura di Caserta, dalla quale avrà due figlie: Carmen, studentessa in medicina e chirurgia, e Teresa rispettivamente di anni 21 e 17.

A luglio del 2000 consegue la seconda laurea in “Scienze Politiche” con la tesi “Il metodo logico-sperimentale di Vilfredo Pareto“.

Prima in Database Informatica, poi in EDS ed infine in HP lavora nel settore dell’Information Techonology.

In Italia, ha vissuto, per periodi piuttosto lunghi di trasferta, a Roma, Milano, Potenza, Taranto, Gela, Pavia, Livorno, Venezia, Torino, Genova, ecc. lavorando per prestigiosi clienti quali Telecom Italia, Opel, Banca di Roma, Deutsche Bank Italia, ENI.

All’estero, per Banco Comercial Português (BCP) nel 1994 a Lisbona, General Motors ad Anversa nel 1995, Deutsche Bank a Francoforte nel 1998 e 2002 ed infine per ABN AMRO nel 2004 – 2005 ad Amsterdam.

Dopo una lunga parentesi con il MIUR, adesso svolge la sua attività lavorativa per INAIL.

Appassionato fin da quando era ragazzo, continua a coltivare  il suo hobby preferito: la storia.